Home » Bonus caldaia contro il caro bollette I La decisione del governo per il 2023

Bonus caldaia contro il caro bollette I La decisione del governo per il 2023

Arrivano le novità 2023 sul piano economico: nuovi bonus lanciati dal Governo, il bonus caldaia contro il caro bollette di questi mesi sarà un aiuto per tutte le famiglie più bisognose, vediamo come richiederlo e quali sono i requisiti.

Caldaia (Istock)
Caldaia (Istock)

Il caro bollette è il nuovo virus che sta gettando panico nel paese. Nonostante le mosse del Governo per arginare il problema, gli italiani continuano ad essere preoccupati per il futuro più prossimo. C’è chi già durante il periodo di pandemia da Covid ha perso il lavoro, chi si è dovuto reinventare da capo, insomma per tutti non è stato affatto un periodo facile, il caro bollette sta dando il colpo di grazia a quelle attività che avevano provato a tenersi in piedi. Fra le agevolazioni degli ultimi anni, spiccano senza dubbio quelle previste dai famosi Ecobonus nei quali rientra anche il bonus caldaie 2023. Se quindi con l’arrivo dell’inverno ti trovi a dover sostituire della tua vecchia caldaia, c’è un nuovo bonus che fa per te.

La spesa che dovrai sostenere per l”intervento di sostituzione della tua vecchia caldaia sarà infatti notevolmente ridotta. Il bonus caldaia 2023 prevede due aliquote di detrazione fiscale: una del 50% ed una del 65%, qualora il richiedente rispetti i requisiti fissati dalla normativa. L’ecobonus per la sostituzione della caldaia è in realtà una detrazioni fiscale sull’IRPEF e sull’IRES che può essere riscossa in dichiarazione dei redditi in 10 quote annuali di pari importo. Ma la convenienza del bonus caldaia 2023 è un altra.

Bonus caldaia 2023, tutti i vantaggi e i requisiti per inviare richiesta

Termosifoni (Istock)
Termosifoni (Istock)

Per effetto del DL Rilancio, la detrazione può anche essere convertita in credito d’imposta da cedere alla ditta che effettua i lavori in cambio di uno sconto in fattura di pari importo. Questo significa che si potràinstallare già da subito una nuova caldaia pagandola il 50% o addirittura il 65% in meno rispetto al suo costo originario.

E’ stata la Legge di Bilancio 2018 ad introdurre importanti novità su quello che è anche chiamato bonus caldaie 65 %. Secondo tale legge l’impianto che si andrà a sostituire al precedente dovrà essere di almeno classe A (questo sempre per il concetto di ‘eco’ bonus). Il governo ha anche colto l’occasione per prorogare la validità degli ecobonus fino a fine 2024. Questo significa che si potrà ancora usufruire del bonus caldaia 2023 fino a tutto il 2024. In questo contesto che stiamo vivendo, sostituire la vecchia caldaia a gas con un nuovo generatore di calore potrebbe essere l’unica soluzione per abbattere i costi delle bollette per questo un lavoro interessante per tutte le famiglie.

Potrà rientrare nel bonus caldaia 2023 solo chi sarà disposto a fare uno di questi interventi: la sostituzione dell’impianto di riscaldamento con una caldaia a condensazione di classe A o superiore, con installazione dei sistemi di termoregolazione come le valvole termostatiche con una detrazione del 65%, oppure la sola sostituzione della vecchia caldaia con una nuova caldaia a condensazione di classe A con una detrazione fiscale del 50%. C’è da sottolineare, inoltre, che non si potrà beneficiare di alcuna detrazione fiscale se si deciderà di sostituire la vecchia caldaia con una di classe inferiore alla A, e neanche se l’appartamento dove verrà fatta la sostituzione non gode di un impianto di riscaldamento.