Home » Questa caldaia ti fa risparmiare il 35% dell’energia I Approfitta dei bonus per risparmiare in bolletta

Questa caldaia ti fa risparmiare il 35% dell’energia I Approfitta dei bonus per risparmiare in bolletta

Il bonus caldaia è stato riproposto anche per quest’anno e possono richiederlo tutti, ma quale caldaia scegliere per la sostituzione? Questa tipologia in particolare ti farà risparmiare circa un 35% di energia sul totale medio: è quindi l’occasione perfetta da non perdere.

Caldaia a condensazione
Caldaia a condensazione (Istock)

In base alla recente stima di Nomisma Energia si ritiene che le bollette per l’elettricità potranno aumentare fino al 60 percento nel prossimo trimestre, con costi previsti anche di 0,66 centesimi al kilowattora (kWh). Gli italiani sono già scesi in piazza a protestare più volte. In alcuni casi hanno bruciato le bollette rifiutandosi di pagare quelle cifre esorbitanti.

Insomma, una vera e propria stangata per le famiglie italiane, già alle prese con i prezzi impazziti del gas metano, dei carburanti, del carrello della spesa e di molti altri beni e servizi. Tra le scelte più intelligenti, dispositivi moderni e ingegnosi: come le valvole termostatiche, le prese smart e anche le caldaie a condensazione, decisamente più economiche e sostenibili delle caldaie tradizionali. È risaputo, infatti, che una casa smart, a parte l’investimento iniziale farà risparmiare tantissimo nel tempo. Ma di cosa si tratta nello specifico? Quali sono le differenze?

Caldaia a condensazione vs Caldaia tradizionale: fai questa scelta se vuoi risparmiare in bolletta

Caldaia (Istock)
Caldaia (Istock)

Per capire le differenze basti pensare che le caldaie a condensazione hanno un’efficienza superiore al 90 %, contro il 70 – 80 % (al massimo) per un modello non a condensazione. Ciò rende significativo il risparmio sulla bolletta del gas, che può arrivare anche al 30 – 35 % rispetto alla caldaia tradizionale. Visti i molteplici benefici per l’ambiente e i consumi, va inoltre ricordato che oggi l’installazione di caldaie a condensazione è obbligatoria per legge, sulla base della direttiva dell’Unione Europea 2005/32/CE.

Le caldaie a condensazione sono più convenienti di quelle tradizionali perché permettono di recuperare un prodotto di scarto (il  calore latente o residuo) e inserirlo di nuovo nel processo di riscaldamento, dando vita a un circolo virtuoso. È come se in qualche modo potessimo recuperare i gas di scarico delle automobili a combustione per poter percorrere alcuni chilometri in più.

A fronte di una spesa annua di un migliaio di euro con una caldaia tradizionale, con una a condensazione si può arrivare a tenersi in tasca anche oltre 300 Euro in 12 mesi. Ciò significa che, poiché una caldaia ha una vita media di 15 anni, durante un “ciclo naturale” si potrebbe arrivare a risparmiare anche oltre i 4mila euro di gas metano, che rapportato poi alle maggiorazioni degli ultimi mesi, il risparmio crescerebbe ancor di più. È vero, fare il cambio caldaia ha un costo, e anche un costo importante, ma per questo arriva in aiuto il bonus caldaie.

Il bonus caldaie 2o22

Le agevolazioni del Bonus caldaie 2022 sono una grande opportunità per aumentare la convenienza e ridurre il costo di questo investimento. In questo periodo così buio è un investimento perfetto per limitare gli sprechi e i costi in eccesso, come abbiamo visto qualche riga più su.

Il Bonus caldaie 2022, quindi, prevede la detrazione fiscale sull’IRPEF (per le persone fisiche) o sull’IRES (per le società) nella misura del 50% o del 65% per gli interventi di sostituzione della caldaia. L’unico limite sta nel fatto che bisogna scegliere un dispositivo top gamma classe A+, A++ etc.