Home » Frigorifero, con questo trucco dimezzi la bolletta: premi il tasto segreto | Non lo conosce nessuno

Frigorifero, con questo trucco dimezzi la bolletta: premi il tasto segreto | Non lo conosce nessuno

Il frigorifero è uno di quegli elettrodomestici che abbiamo tutti in casa, a prescindere dal portafogli. Il consumo è fisso visto che è pensato per rimanere acceso quotidianamente, eppure nessuno sa che esiste un sistema per risparmiare, ottenendo dei reali risultati in bolletta. Possono farlo tutti.

Frigorifero (Istock)
Frigorifero (Istock)

È un periodo difficile per tutti visto il caro bollette e in generale l’aumento dei costi delle materie prime. La parola risparmio è ormai un vero e proprio imperativo, soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo degli elettrodomestici. Il problema è che per quanto si possa risparmiare, soprattutto per le famiglie è difficile trovare reali soluzioni all’aumento dei costi in bolletta. Prendendo come esempio il frigorifero: si tratta di uno di quegli elettrodomestici presenti in ogni abitazione e rimane attivo quotidianamente.

Tra gli sbagli più comuni c’è l’impostare la temperatura in modo sbagliato. La temperatura giusta è tra i quattro e i sette gradi, molto spesso però non si dà peso a questo dettaglio, in questo modo gli alimenti si rovinano, oppure, dall’estremo opposto, potrebbe arrivare una bolletta davvero alta. Scopriamo quindi qualche trucco per evitare di pagare eccessivamente.

Come risparmiare sui costi del frigorifero: c’è un modo per regolarlo meglio

Frigorifero (Istock)
Frigorifero (Istock)

All’interno di ogni frigorifero c’è una manopola che mostra dei numeri per regolare la temperatura. La numerazione nella maggior parte dei casi va da 1 fino a 7. Regolando correttamente la temperatura eviteremo di consumare troppo senza motivo. La temperatura va scelta anche in base a cosa si è soliti mettere in frigorifero, c’è ad esempio chi la carne la compra e la mangia sul momento, senza farla rimanere in frigo, al massimo congelandola per i giorni seguenti, c’è chi invece mangiandone molta è solito riporla nel frigorifero. Facendo un recap delle abitudini alimentari si può scegliere la temperatura. Pensate sempre che frutta e verdura non necessitano di temperature freddisime, condizione differente invece se si consuma molto spesso carne, formaggi e affettati.

Vi consigliamo in ogni caso si provare una temperatura un po’ più alta, nel caso ci si accorga di aver fatto un errore si potrà sempre riposizionarla qualche grado più giù. Tra gli altri accorgimenti da suggerire, sicuramente il cambio delle guarnizioni: quelle troppo vecchie non sigillerebbero il frigo, quest’ultimo farebbe molta più fatica a raffreddare, spendendo più energia. Si tratta di un dettaglio molto sottovalutato ma che in realtà potrebbe aiutare molto sui costi in bolletta, così come il tenere il frigo ad almeno 10 cm di distanza dal muro per evitare di metterlo sotto sforzo.