Home » I dieci consigli del Ministero della Salute: cambiare le abitudini con il frigorifero per risparmiare in bolletta

I dieci consigli del Ministero della Salute: cambiare le abitudini con il frigorifero per risparmiare in bolletta

Il Ministero della Salute ha stilato dieci consigli su come utilizzare il frigorifero a casa per evitare consumi eccessivi in questo periodo di crisi, redatti in collaborazione con  l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, della Liguria e della Valle D’Aosta.

Frigorifero risparmio (Istock)
Frigorifero risparmio (Istock)

Il frigorifero di casa non raffredda quanto dovrebbe. Il dato che emerge è tutt’altro che rassicurante: oltre il 30% degli elettrodomestici testati ha una temperatura superiore alla media, in alcuni superano addirittura i 12°C, mentre la temperatura all’interno è mediamente 7,4°C. Risparmiare è giusto, ma si deve anche essere coscienti che ci sono delle regole da seguire per non incappare in rischi molto più gravi, come ad esempio mangiare cibi rovinati. È per questo che in questo periodo di caos dove tutti ricercano consigli utili per risparmiare, che il Ministero della Salute ha ben pensato di fare un po’ di giusta informazione sul web in modo da evitare fake news che possono diventare dannose per la nostra salute in collaborazione con  l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, della Liguria e della Valle D’Aosta.. Riassumiamo qui i dieci consigli redatti, per informarvi in modo onesto e sicuro.

Le dieci regole sulle abitudini con il frigorifero di casa: i consigli del Ministero della Salute

Frigorifero (Istock)
Frigorifero (Istock)

1. Mantenere la temperatura interna del frigorifero intorno ai 4-5 °C (sulla mensola centrale). Collocare l’elettrodomestico lontano da fonti di calore. Aprirlo solo al bisogno e richiuderlo subito.

2. Ogni zona del frigorifero ha temperature diverse. Il punto più freddo è la mensola più bassa, posizionato sopra il cassetto per le verdure (circa 2 °C), mentre la parte meno fredda è rappresentata dallo sportello.

3. Per i prodotti da conservare in frigorifero si parla di “scadenza”, ovvero la data entro la quale un alimento può essere venduto e deve essere consumato. La data deve riportare il giorno, il mese ed eventualmente l’anno.

4. Ogni alimento ha la sua “temperatura di conservazione”. Carne e pesce devono sostare nella parte più fredda (solitamente il comparto più in basso). La parte centrale dell’elettrodomestico (di solito 4-5 °C) è adatta a uova, latticini, dolci a base di creme e panna. Nella zona a temperatura maggiore (di solito il cassetto nella parte bassa) si conservano le verdure e la frutta che possono essere danneggiate da temperature troppo basse. Le mensole all’interno della porta, invece, sono i punti più caldi e sono destinati ai prodotti che necessitano solo di una leggera refrigerazione (es.bibite, burro).

5. Alcuni alimenti non hanno bisogno di essere refrigerati, anzi, potrebbero essere danneggiati, come per esempio la frutta esotica, gli agrumi (il freddo può farli diventare amari), i pomodori, i fagiolini, i cetrioli e le zucchine.

6. Le pietanze vanno fatte raffreddare completamente prima di essere riposte in frigorifero: in questo modo si evitano condense e bruschi innalzamenti di temperatura all’interno, anche a livello di risparmio di energia è meglio inserire nel frigo un prodotto già raffreddato. Nel caso in cui si inserisce un piatto caldo nel frigo è chiaro che l’elettrodomestico andrà sotto sforzo, spendendo molto di più.

7. Separare gli alimenti crudi da quelli cotti o pronti per essere consumati.

8. È buona norma conservare gli alimenti in contenitori puliti o nelle confezioni originali, perché sull’etichetta ci sono  le indicazioni sulla  scadenza e sulla conservazione.

9. Effettuare la pulizia frequentemente, utilizzando prodotti specifici o acqua e bicarbonato e/o aceto. Mantenere il frigorifero pulito e senza accumuli di ghiaccio sulle pareti ne assicura il perfetto funzionamento e assicura la temperatura di refrigerazione. Per risparmiare, il frigo deve essere pulito dagli eccessi di ghiaccio.

10. Evitare di sovraccaricare il frigorifero con troppi alimenti. L’aria fredda all’ interno deve circolare liberamente. Se non c’è sufficiente spazio tra i prodotti, l’aria non riesce a circolare e la distribuzione della temperatura non sarà più uniforme.