Home » Nuova specie di insetto scoperta dagli studiosi: l’hanno trovata proprio in Italia | È microscopica e assomiglia a una falena

Nuova specie di insetto scoperta dagli studiosi: l’hanno trovata proprio in Italia | È microscopica e assomiglia a una falena

Una nuova specie di insetto è stata scoperta nel sud Italia, ha portato avanti gli studi il Dipartimento Agricoltura del Molise. Non era mai stata vista prima ma è molto simile alla comune falena, la tipologia di farfalla che vive di notte. 

Nuova specie d’insetto (Ansa)
Nuova specie d’insetto (Ansa)

È sempre una vittoria per gli studiosi quando viene trovata una nuova specie animale. Il mondo è talmente grande e l’evoluzione sempre in moto, che per gli scienziati è difficile avere una mappatura completa di tutti gli esseri viventi che lo abitano.

In questo caso si tratta di un insetto. Ed è stato scoperto proprio in Italia, più nel dettaglio in Molise. A portare avanti gli studi, infatti, il professore Pasquale Trematerra, docente presso il Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università del Molise. La nuova specie è stata identificata grazie a del materiale studiato proprio dal gruppo di ricerca del professore, si tratta di un micro-lepidottero, appartenente alla famiglia Torticidae. 

È di piccolissime dimensioni ed è stato scoperto ultimamente. A dare la notizia ufficiale è stata proprio l’ANSA, poi riportata da diverse testate. La scoperta molisana è un fiore all’occhiello per l’Italia. Alla nuova specie è stato dato il nome di ‘Acleris silana’ Trematerra, in onore del territorio di origine (Massiccio della Sila).

La scoperta della nuova specie di micro-lepidotteri in Italia: rientrano nella categoria di farfalle e falene

Nuova specie d’insetto (Ansa)-2
Nuova specie d’insetto (Ansa)

“Da tempo la fauna della Calabria, in particolare dei rilievi montuosi come il Pollino, la Sila, le Serre e l’Aspromonte – fa sapere l’Unimol – ha interessato gli entomologi della nostra Università per le caratteristiche particolari e peculiari di quel territorio, dove si incrociano biodiversità faunistiche e floristiche provenienti dal nord Africa dalla Sicilia e dal vicino Oriente”. È grazie all’attenzione di questo gruppo di ricerca seguito dal professore Pasquale Trematerra che infatti è stato possibile scovare questa specie microscopica. Assomiglia alla famiglia delle falene, quelle farfalle con il dorso peloso che si incontrano vicino alle luci dei lampioni la notte, ma le dimensioni sono molto più piccole, è per questo che è stato definito un micro-lepidottero.

I lepidotteri sono un vasto ordine di insetti olometaboli a cui appartengono oltre 158 000 specie, note appunto come farfalle e falene. Il nome fa riferimento alle piccole squame ovali che ricoprono le ali di questi insetti, disposte le une sulle altre, deriva dal greco antico λεπις (lepis): squama, scaglia e πτερόν (pteron): ala. Un’altra distinzione è tra macrolepidotteri o “Macrolepidoptera” (che comprendono i ropaloceri e le famiglie di eteroceri di dimensioni maggiori) e microlepidotteri o “Microlepidoptera” (le famiglie con esemplari di dimensioni minori, a volte anche solo 2 mm di apertura alare).