Home » Quando ricarichi il tuo smartphone probabilmente sbagli ogni volta I Quasi nessuno lo sa, le batterie sono cambiate e così le danneggi

Quando ricarichi il tuo smartphone probabilmente sbagli ogni volta I Quasi nessuno lo sa, le batterie sono cambiate e così le danneggi

La durata della batteria è la croce di ogni utilizzatore di smartphone, ma nessuno sa che alcuni comportamenti molto comuni finiscono per rovinarle prima del tempo: nessuno legge il foglietto delle istruzioni e i dispositivi peggiorano le prestazioni. 

Carica batterie (Istock)
Carica batterie (Istock)

Tempo fa i telefoni cellulare avevano una batteria capace di durante anche molti giorni. Questo perché le prestazioni dei dispositivi erano limitate: chiamate, messaggi, qualche gioco come Snake e per quelli più all’avanguardia anche qualche foto, questo è ciò che si poteva fare.

Oggi la situazione è cambiata: la maggior parte della popolazione utilizza il telefono per un minimo di 5 ore al giorno, chi lo usa anche per lavoro raddoppia le ore. Tra video, foto, social, WhatsApp, e tutte le operazioni che si possono fare con il telefono cellulare. In questo modo anche le batterie più durature vengono messe a dura prova.

Nonostante caricatori mobili, quick charge e power bank, a tutti capita di trovarsi con il cellulare “a terra” quando se ne avrebbe più bisogno. Soprattutto chi vive fuori casa conosce bene quell’ansia di quando si ha una percentuale bassissima della batteria ma si deve per forza riuscire ad arrivare a fine giornata.

I dispositivi di oggi tendono a perdere prestazioni prima del dovuto, ma questo per via del nostro infinito utilizzo: la soluzione migliore è a monte, quindi nel cercare di mantenere la batteria del nostro cellulare nel miglior modo possibile e garantirci prestazioni ottimali fino alla fine. La maggior parte delle persone, infatti, incappa in qualche errore inconsapevolmente mentre ricarica il cellulare, i più comuni sono anche quelli peggiori.

Come ricaricare lo smartphone per evitare di rovinare la batteria prima del dovuto

Smartphone in carica (Istock)
Smartphone in carica (Istock)

Innanzitutto la batteria del telefono non dovrebbe mai completamente scaricarsi: ci sono persone convinte che, al contrario, sia buona norma esaurire completamente la batteria prima della ricarica, ma si tratta di una convinzione errata, che risale alle vecchie batterie al nichel.

Con le nuove al litio è proprio il contrario: facendole scaricare completamente si rischia di danneggiarle, e anche di molto, infatti gli stessi smartphone tendono a spegnersi prima che la batteria raggiunga lo 0%, proprio per tutelarne il funzionamento. C’è chi invece tende a portare la batteria all’estremo con l’idea di salvaguardarla, causando più danni che altro.

Le batterie degli smartphone non amano gli estremi: né lo 0% ma neanche il 100%. Raggiungere il massimo livello di carica viene sconsigliato perché, anche in questo caso, viene ridotta l’autonomia delle batterie. La percentuale di carica ottimale è fra il 40% e l’80% ed è il caso di attaccare il cellulare al caricatore cercando di mantenere le percentuali sempre in questo range.

Occhio anche alle custodie degli smartphone: potrebbero causare un eccessivo riscaldamento del dispositivo e vanno quindi sempre rimosse quando si ricarica il telefono. In generale, controllate sempre se il vostro smartphone si riscaldi troppo perché si tratta di uno sforzo eccessivo che aiuta il deterioramento della batteria.