Home » Televisione, scatta il divieto per i modelli migliori: la legge parla chiaro | Ecco la lista

Televisione, scatta il divieto per i modelli migliori: la legge parla chiaro | Ecco la lista

Le televisioni di ultima generazione portano problemi alle nuove direttive UE, il dispendio di energia diventa un problema da contenere per questo una nuova proposta potrebbe vietare la vendita di alcuni modelli. La lista delle tv che rischieranno il divieto 

Televisore
Televisore (Istock)

La tecnologia di ultima generazione va bene solo se è amica dall’ambiente, è questa la direttiva Ue che potrebbe arrivare a bloccare la vendita di alcuni modelli di televisioni di ultima generazione. La proposta prevede un cambio di legge entro il 1° marzo 2023, l’Ue potrebbe vietare tutti i televisori di ultima generazione sul mercato europeo, perché consumano troppa corrente, e non superano perciò il vaglio dell’etichettatura energetica. Con il problema della crisi climatica ma soprattutto con tutte le problematiche legate all’energia, l’Unione Europea è preoccupata sull’avanzata tecnologica. Non è chiaro se con la proposta si voglia eliminare la vendita, quindi togliere alcuni modelli dal mercato, oppure se si prevede anche un divieto sull’utilizzo.

Sarebbe la naturale conseguenza di quanto iniziato il 1 settembre 2021, ovvero la catalogazione per fascia energetica di ogni nuovo televisore in vendita sulla base del suo consumo di elettricità in kWh. Da marzo, la Commissione Europea potrebbe aumentare questo valore per includere una nuova scala EEI. Tutto ciò introdurrà un consumo massimo di energia che non potrà essere superato. In precedenza, i televisori 8K e microLED godevano di un’esenzione, ad esempio, visto che essendo di fascia alta non se ne prevedeva una grande diffusione. Il problema è che, attualmente, nessun televisore 8K soddisfa i livelli di efficienza energetica dell’Ue, e solo pochi modelli 4K rientrano nei limiti. Cosa succederà adesso?

Televisori banditi, l’UE potrebbe stravolgere i nostri salotti

Televisore 8k
Televisore 8k (Istock)

Se veramente la proposta Ue andrà in porto, cosa potrebbe succedere dal 1° marzo? Tutti i televisori 8k e alcuni modelli 4k potrebbero essere banditi. Il loro utilizzo infatti creerebbe un dispendio di energia eccessivo, si potrebbero rischiare multe salate. Ma tutto questo potrebbe davvero succedere? Gli esperti del settore pensano sia un’assurdità considerando che la tecnologia continua ad andare avanti senza fermare le ricerche. E tutte quelle aziende che hanno investito milioni nello sviluppo di televisori sempre più all’avanguardia? Cosa succederà?

Probabilmente si porterà a smaltire quelli rimasti in commercio per poi vietarne successivamente la vendita, è possibile quindi che il divieto rimanga limitato solo alla messa sul mercato e non all’utilizzo. Oltre alle pressioni degli enti del settore, potremmo quindi assistere a un’ondata di vendite dei modelli non più accettati prima dell’entrata in vigore del divieto. Le aziende si affretteranno a recuperare alcuni dei costi di ricerca, magari abbassando i prezzi dei loro top di gamma.