Home » Su Marte 3 miliardi di anni fa un mega-tsunami con onde da 250 metri I “Conseguenze simili all’asteroide che cancellò i dinosauri dalla Terra”

Su Marte 3 miliardi di anni fa un mega-tsunami con onde da 250 metri I “Conseguenze simili all’asteroide che cancellò i dinosauri dalla Terra”

Vanno avanti le ricerche su Marte. Si è scoperto che ciò che successe 3 miliardi di anni fa è molto simile a ciò che successe al Pianeta terra: sempre più similitudini tra i due pianeti, gli scienziati sembrano convinti sulla possibilità della vita su Marte per l’essere umano nei prossimi secoli (o anche prima).

Marte e Terra (Istock)
Marte e Terra (Istock)

Il mega tsunami che avrebbe sconvolto Marte 3,4 miliardi di anni fa con onde alte fino a 250 metri potrebbe essere stato provocato da un asteroide come quello di Chicxulub, che 66 milioni di anni fa colpì la Terra segnando l’estinzione dei dinosauri. Questo ciò che viene fuori dalla nuova scoperta sul Pianeta Rosso. Le ricerche degli scienziati vanno avanti perché l’obiettivo principale è quello di riuscire a capire come portare la vita umana su altri pianeti del cosmo.

Un enorme cratere da impatto largo 110 chilometri è stato trovato sulla superficie del Pianeta Rosso, dopo anni e anni di ricerche. Secondo gli scienziati potrebbe essere stato provocato proprio dalla collisione. Lo indicano infatti le simulazioni pubblicate sulla rivista Scientific Reports da un gruppo internazionale guidato da Alexis Rodriguez del Planetary Science Institute di Tucson, negli Stati Uniti.

Marte come il Pianeta Terra? Una scoperta avrebbe trovato ancora un lato in comune tra i due pianeti

Marte e Terra (Istock)
Marte e Terra (Istock)

Analizzando le mappe della superficie di Marte, create combinando immagini di precedenti missioni sul pianeta, i ricercatori hanno identificato un particolare cratere da impatto che hanno chiamato Pohl. Si tratta di una struttura circolare con un diametro di 110 chilometri situata all’interno di un’area delle pianure settentrionali che studi precedenti avevano suggerito potesse essere coperta da un oceano profondo circa 120 metri. A differenza dei luoghi comuni, infatti, Marte ha ospitato la vita ancor prima del pianeta Terra (altra scoperta portata avanti dalla Nasa). In base all’età delle sue rocce, il cratere Pohl potrebbe essersi formato circa 3,4 miliardi di anni fa.

Le simulazioni indicano che una struttura da impatto come Pohl può essere causata dalla caduta di un asteroide di nove chilometri di diametro su un terreno compatto oppure di un asteroide di tre chilometri su un suolo più poroso. In entrambi i casi le simulazioni hanno generato crateri di 110 chilometri di diametro e mega tsunami che si sono spinti fino a 1.500 chilometri dal luogo dell’impatto, con onde alte fino a 250 metri (nel caso dell’asteroide di tre chilometri), conseguenze del tutto simili a quelle causate dall’impatto di Chicxulub sulla Terra. Tutto ciò avvicinerebbe ancora di più il passato dei due pianeti.